Photo: Tiberio Sorvillo

Avvio del centro per BASIS a Silandro

1120 interessati hanno preso parte venerdì, 13 ottobre 2017 alla conferenza: tra questi, rappresentanti dell’IDM, uffici turistici austriaci e altoatesini, EURAC, Fraunhofer, HDS Unione commercio turismo servizi, Stadtmarketing Austria, Comunità comprensoriale, oltre a sindaci e imprenditori di Silandro, della val Venosta e di tutta Alto Adige. Alle quattro presentazioni, hanno partecipato anche gli studenti delle scuole superiori adiacenti, sfruttando lo spunto per riflettere sul proprio futuro.

Dalle ore 9.30 alle 15.00 pubblico e referenti hanno discusso le seguenti domande: Quale tipo di utilizzo (temporaneo, a lungo termine) ha un effetto positivo sull’economia e la convivenza portando a un aumento di opportunità ed entusiasmo? Dove e come possiamo utilizzare comunemente spazi nella nostra regione e provare cose nuove attraverso progetti temporanei? Quanto è stabile nel futuro la periferia come sede di sviluppo economico? Si tratta di incentivare l’iniziativa personale, l’entusiasmo e la responsabilità.

L’architetto Heiko Donsbach e l’urbanista René Gabriel hanno dato il via alla conferenza con una relazione sullo sviluppo del Gängeviertel di Amburgo che è passato da un quartiere decadente a un centro creativo.
Nella seconda presentazione Gustav Rechenmacher, CEO dell’impresa IT systems con sedi a Bolzano, Brunico e Silandro ha riportato le possibilità che si apriranno in futuro in zone periferiche come la Val Venosta grazie alla rivoluzione digitale.
Come un panificio in disuso può diventare un centro di cultura e innovazione sociale lo hanno spiegato Florian Ladstätter e Christoph Grud con la terza presentazione: Nell’incubatore culturale “Die Bäckerei – Kulturbackstube” a Innsbruck oggigiorno hanno luogo 500 eventi all’anno, con un afflusso di 25.000 persone.
Per concludere la giornata, il responsabile del progetto FESR Hannes Götsch ha illustrato in una presentazione il futuro riutilizzo dell’ex palazzina servizi come centro di innovazione e incubazione con seguente visita guidata dell’areale.

Il responsabile del progetto FESR BASIS Hannes Götsch, e il sindaco di Silandro Dieter Pinggera, sono soddisfatti e affermano che l’evento è stato un successo per l’avvio del progetto. “Grazie a un riutilizzo sensato verranno create aree per dare libero spazio alla creatività, ad esperimenti e metodi di lavoro adeguati; allo stesso tempo si motiverà la popolazione a una presa di posizione per l’organizzazione dell’economia e della propria vita”, spiega il responsabile del progetto Hannes Götsch.

Il sindaco di Silandro Dieter Pinggera aggiunge: “Situato nel centro della Val Venosta, il comune di Silandro è il fulcro ideale per trainare lo sviluppo della valle. In cooperazione con i nostri partner, puntiamo a mandare un segnale a sostegno dell’apertura da parte della popolazione a nuovi sviluppi.”